martedì 30 dicembre 2008

Controvento

In sintesi, ecco un po' del mio 2008.

Controvento
Questo è il punto di arrivo e di partenza. Controvento accade che si riesca a fare molte cose, o almeno alcune, di discreta/grande importanza. Controvento si continua ad andare dopo averle fatte. Anzi, il "bello" arriva ora.


Nostalgie
Mi sono accorta negli ultimi mesi, da quando è cominciato l'autunno, che ci sono alcune cose di Urbino che ricordo con nostalgia. In particolare, certi aspetti di quella routine, tipo i sabati sera in cui non sapevamo mai cosa fare, ma qualcosa la trovavamo sempre, l'andare in giro per "paesi in campagna". Sì, era tempo di cambiare, ma fa piacere ricordarlo così.

Anche Bruxelles si è conquistata un posto in questa categoria. Una città dove quando soffia il vento sembra di sentire l'odore del mare. Con le sue avventure e disavventure, si è affittata un posticino niente male nei miei ricordi. Ci tornerei volentieri e non mi dispiacerebbe fermarmi a viverci e lavorarci per un po'.

Umano, umano,umano
Di quest'anno, diciamo, che vorrei ricordare un po' di belle sorprese che mi sono arrivate dalle persone, facendomi pensare che - nonostante io istintivamente sia portata a pensare che si tratti di "casualità" - c'è un disegno positivo nel loro essere, relativamente indipendente da ciò che io faccio/penso/dico/mi aspetto. In parole semplici, la mia diffidenza è stata smentita in diverse occasioni quest'anno, con un bilancio a tutto favore di chi ha saputo (e/o ha continuato) a smentirmi. Grazie :-)

Un altro capitolo lo dedicherei alle persone che ho incontrato per breve tempo in tutti questi spostamenti. Persone che leggono i bestsellers prima che siano tali, persone che si vergognano meno di me ad ammettere i loro piccoli limiti, persone che sanno fare squadra ed essere anti-competitive.

The family woman
Qui, un posticino in prima fila lo riserviamo alla mia pacioccosa nipote, che mangia, dorme e ride, inconsapevole di quello che fa scattare nelle persone.

Per il 2009
«Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia e qualcuno a cui raccontarla» (Novecento, Alessandro Baricco).

1 commento:

pmor ha detto...

ottimo proposito per l'anno nuovo... auguri!